Social Media Manager: Chi è e cosa fa

che cosa fa un social media manager

Condividi questo articolo

Il Social Media Manager è la figura cruciale per ottenere dei successi con le strategie di marketing, ed una crescita del business aziendale, ma chi è e che cosa fa un Social Media Manager? Quali sono i suoi compiti ed obiettivi? Come può formarsi ed aggiornarsi costantemente? In questo articolo, scoprirai tutto quello che devi sapere sul ruolo del Social Media Manager, le applicazioni ed i siti web da conoscere.

Chi è e che cosa fa un Social Media Manager

Molte aziende hanno ancora la percezione che alcune attività del marketing digitale siano tecniche e complesse, invece altre pensano che possano essere eseguite anche da chi non ha una preparazione in merito.

La professione del Social Media Manager è quella definita erroneamente semplice, poiché essere un nativo digitale, possedere uno smartphone per la gestione degli account social non rende nessuno un esperto del settore.

In realtà è molto più complesso di quanto si possa immaginare perché richiede delle competenze specifiche, che vanno dalla gestione dei contenuti alla pianificazione della strategia di marketing sui social media. In questo articolo, esploreremo la professione del Social Media Manager e la sua importanza all’interno dell’azienda.

Spesso, parlare di un Social Media Manager in modo generalizzato significa condensare in un’unica figura una grande quantità di competenze. Queste competenze sono così varie da richiedere il coinvolgimento di un intero team di lavoro. 

Un professionista specializzato in social media deve svolgere numerose attività, tra cui la creazione di pagine aziendali, l’attivazione di canali appropriati, la personalizzazione dei contenuti in base alla piattaforma, la creazione e la gestione di una community di fan, la moderazione dei commenti e la lettura accurata degli insights per ottimizzare la strategia

Questi sono solo alcuni degli incarichi che spesso un esperto di social media si trova a gestire da solo.

Il ruolo del Social Media Manager è quello di occuparsi gestire tutta la parte marketing dell’azienda e la pubblicità sui social. Questa figura si occupa di diversi macro-task, tra cui:

  • PIANIFICARE, DEFINIRE GLI OBIETTIVI E LA STRATEGIA DI MARKETING;
  • SVILUPPARE LA BRAND AWARENESS E GESTIRE LA REPUTAZIONE ONLINE;
  • CREARE I CONTENUTI PER I CANALI SOCIAL;
  • GENERARE IL TRAFFICO IN ENTRATA SUL SITO WEB;
  • COLTIVARE I CONTATTI E SUPPORTARE LE VENDITE;
  • GESTIRE LA COMMUNITY E MODERARE LE PAGINE.

Un professionista dei social media ha bisogno di una mente strategica e creativa. Inoltre, è necessario conoscere approfonditamente le specifiche tecniche dei vari canali e mantenere sempre aggiornata la propria conoscenza. 

L’esperto dei social media deve anche essere in grado di adattare i contenuti in modo appropriato, e di comunicare efficacemente con l’audience. L’obiettivo finale è quello di convertire i fan in clienti e successivamente trasformare i clienti in veri ambasciatori del brand.

È di solito presente un intero reparto dedicato al Social Media Marketing nelle aziende più strutturate, e soprattutto nelle grandi agenzie specializzate ogni risorsa ha un compito specifico.

La seguente lista include alcuni di questi ruoli:

  • SOCIAL MEDIA STRATEGIST;
  • CONTENT MANAGER;
  • COMMUNITY MANAGER;
  • ANALISTA, SPECIALIZZATO NELLA REPORTISTICA;
  • SOCIAL MEDIA CAMPAIGN MANAGER, CHE GESTISCE IL PAID ADV;
  • RESPONSABILE DELLA GRAFICA E DEL VIDEOMAKING.

Nella maggior parte delle realtà, come per le piccole e medie imprese o per le agenzie di dimensioni più ridotte, tutti questi compiti sono svolti dalla stessa persona, o da un team composto da pochi elementi.

Il ruolo principale del Social Media Manager è la creazione e l’attuazione di una strategia di marketing sui social media, allineata con la strategia di comunicazione aziendale, che deve includere i diversi elementi essenziali, e deve essere costantemente aggiornata per adattarsi ai rapidi cambiamenti del panorama dei social media. 

La strategia di marketing include almeno tre attività principali:

  • SVILUPPO DEL BRAND: È fondamentale comprendere quale sia la propria value proposition, in modo da promuovere al meglio e rafforzare il proprio marchio online. Sui social, in particolare nel contesto B2C, il contatto con i potenziali clienti è immediato e diretto, offrendo opportunità e rischi poiché l’esposizione comporta un giudizio da parte dell’audience;
  • IDENTIFICAZIONE DEL TARGET: Per promuovere un prodotto o servizio, è essenziale definire le buyer personas adattate ad ogni singolo social network. Una fascia di pubblico più matura è indirizzata verso Facebook, mentre per i più giovani Instagram e TikTok sono i social giusti; 
  • IMPOSTAZIONE DEGLI OBIETTIVI: I piani di marketing, come i KPI social, devono avere sempre degli obiettivi definiti e realistici. Il Social Media Manager deve essere consapevole che se l’obiettivo principale dell’azienda è la conversione, come l’acquisto di un prodotto, la compilazione di un modulo o la sottoscrizione di una newsletter o abbonamento, non sarà soddisfatto da una pagina con molti fan ed interazioni, ma senza alcuna conversione. Questi sono definiti vanity metrics che sono obiettivi quantitativi, i quali non portano alcun beneficio reale al business. Nella definizione degli obiettivi aziendali, è fondamentale identificare le sfide e le problematiche da affrontare. Tra le più comuni ci sono l’insufficiente traffico sul sito web e/o la scarsa affluenza dei visitatori, lo scarso riconoscimento del marchio, il calo della fidelizzazione del cliente, la scarsa reputazione online, la difficoltà nelle vendite. Una strategia di social media completa ed efficace può aiutare a risolvere e migliorare molte di queste criticità.

Che cosa fa un social media manager: pubblicazione di contenuti, gestione delle inserzioni, monitoraggio e reportistica

Il social media manager è la figura responsabile nella creazione e nella reputazione online di un’azienda, dando informazioni sui prodotti o sui servizi tramite i social network. Questo ruolo è fondamentale per la promozione del marchio stesso.

I manager dei social sanno quali metriche sono importanti, utilizzano strumenti gratuiti ed a pagamento, e rispondono ai clienti seguendo le linee guida aziendali ed il tono di voce.

I content creator producono dei nuovi contenuti e portano le nuove idee in azienda. Sono in grado di misurare il successo del loro lavoro attraverso l’analisi di statistiche e gli insights.

Il Social Media Manager collabora con altre figure impegnate nel marketing e nelle pubbliche relazioni, per le campagne di Lead Generation e per le campagne di conversione e di vendita. Inoltre, devono essere costantemente aggiornati sugli ultimi trend del settore di riferimento.

Ecco alcuni dei compiti specifici che svolge il Social Media Manager:

  • CREAZIONE DI CONTENUTI come grafiche e video per varie piattaforme social, quali Facebook, Instagram, TikTok, LinkedIn e YouTube;
  • MONITORAGGIO DEGLI ANALYTICS per valutare l’efficacia delle campagne e dei contenuti, ed apportare eventuali modifiche per raggiungere il target giusto;
  • IDEAZIONE DI STRATEGIE SOCIAL per la progettazione e la gestione delle campagne pubblicitarie; 
  • MISURAZIONE DEL ROI impostando degli obiettivi misurabili e monitorabili, creando dei report dettagliati; 
  • PIANIFICAZIONE DEI POST analizzando gli orari migliori sui vari social e le fasce di pubblico a cui rivolgersi;
  • INDIVIDUAZIONE DEI CONTENUTI PERTINENTI DI TERZE PARTI utilizzando delle fonti autorevoli e delle ricerche specifiche in base al settore di riferimento;
  • INCREMENTO DEL COINVOLGIMENTO DEI CONSUMATORI che rispondo ed interagiscono sotto i post, sui sondaggi e nei contest;
  • PIANIFICAZIONE DI UN CALENDARIO EDITORIALE per organizzare e pianificare i contenuti in modo preciso ed anticipato.

Un ulteriore compito dello Social Media Manager è scrivere copy adattati ad ogni tipo di social e seguendo lo stile del brand di riferimento, per esempio su LinkedIn il tono deve essere professionale, mentre su Facebook ed Instagram più smart e leggero.

Molto importante è l’aggiornamento e la conoscenza delle nuove tendenze, utilizzando per esempio Google Alerts, ma anche monitorare le attività dei competitor del settore di riferimento.

L’immagine ed ogni tipo di contenuto visivo ha un impatto importante sul pubblico, quindi l’uso delle immagini sui social media deve essere coordinato con la comunicazione del marchio. Tuttavia, i social media si prestano ad una maggiore leggerezza come nel caso dell’instant marketing, che è un modo interessante per attirare l’attenzione dei potenziali clienti. 

In alcuni canali e per determinate aziende, potrebbe essere utile sperimentare un tono più leggero per intercettare il pubblico di riferimento seguendo i trend del momento della piattaforma.

Per catturare l’attenzione del pubblico sui social media, è importante che ogni contenuto sia coinvolgente, pertinente ed abbia un forte potenziale di coinvolgimento. Che si tratti di aggiornamenti di stato con immagini o inserzioni su Facebook, ciò che il pubblico vedrà è ciò che rimarrà impresso nella loro memoria. Ecco perché il Social Media Manager deve assicurarsi di generare engagement con ogni post pubblicato.

L’importanza della creazione di un contenuto interattivo e d’intrattenimento che coinvolga il pubblico oggi è essenziale, perché gli utenti preferiscono un approccio più morbido rispetto a messaggi pubblicitari diretti.

In questa prospettiva, i contenuti creati dall’azienda devono essere combinati con il contenuto generato dall’utente, UGC – User Generated Content, collegato alle attività di gamification. Inoltre, è necessario utilizzare i contenuti prodotti da influencer e creator per creare entusiasmo e coinvolgere la propria fanbase in modo naturale.

social media menager infobasic

Che cosa fa un social media manager: moderazione dei contenuti delle pagine

Una volta terminata la fase di creazione della strategia di contenuto, il Social Media Manager assumerà il ruolo di community manager, ovvero la persona incaricata di ascoltare, osservare, rispondere alle richieste, fare domande, e coinvolgere il pubblico.

Per fornire risposte che rispettino il marchio è cruciale avere una conoscenza approfondita del tone of voice dell’azienda, dei suoi prodotti, dei servizi e delle linee guida di comunicazione. In questo modo si può rispondere alle domande ed ai commenti degli utenti in modo coerente con l’immagine del marchio.

Sui social, più che con qualsiasi altro mezzo di comunicazione, la relazione con il consumatore è estremamente diretta. Non c’è niente di più dannoso di un brand che non rispondere ai propri utenti, che ignora le critiche o che replica in modo sgarbato. Allo stesso tempo, una pagina vetrina fredda e senza interazione, risulterà allo stesso modo inefficace in termini di engagement.

Il Social Media Manager ha quindi diverse funzioni, tra cui quella di moderatore ed anche di venditore. Può succedere che un utente richieda informazioni o un preventivo tramite la chat privata sui social, il che rende essenziale essere in grado di gestire i lead in modo indipendente, evitando di prolungare i tempi di risposta.

Che cosa fa un social media manager: gestione delle inserzioni

La promozione effettuata sui social network richiede la sponsorizzazione di un contenuto come elemento essenziale della strategia di marketing, soprattutto con gli ultimi aggiornamenti degli algoritmi delle varie piattaforme social.

Non è negabile che i Social Media siano diventati dei canali a pagamento, ed anche il miglior piano editoriale e i contenuti più accattivanti non otterranno una buona reach se non supportati dall’investimento di un budget. 

Gli annunci pubblicitari sui social media, come le Facebook Ads e le Instagram Ads, rappresentano uno strumento di grande valore per diffondere il proprio messaggio, e raggiungere obiettivi soddisfacenti con budget ottimizzati al meglio per raggiungere il target di persone realmente interessate.

Il Social Media Manager deve essere in grado di gestire le campagne online, il che richiede una combinazione di abilità strategiche e tecniche, ed anche la conoscenza del mondo del paid.

Nel campo delle paid campaigns, la conoscenza di strumenti come Business Manager su Facebook ed Instagram è essenziale per la creazione di annunci efficaci. Le competenze richieste includono la creatività nella scelta dei contenuti, la stesura di un copywriting persuasivo, e la gestione del budget, e l’analisi degli insights e la definizione degli A/B test.

In questo modo, la sponsorizzazione diventa strategicamente efficace per convertire gli utenti in clienti.

Che cosa fa un social media manager: monitoraggio e reportistica

Per valutare il ROI, è essenziale misurare e analizzare le analytics social, sia organiche sia a pagamento, relative alle proprie pagine ed ai contenuti pubblicati. 

Di seguito alcuni dei principali insight da monitorare:

  • INCREMENTO DEL PUBBLICO ED ACQUISIZIONE DEI NUOVI FOLLOWER in modo organico o con campagna pubblicitaria; 
  • PROFILO DEL PUBBLICO per la definizione del target di riferimento;
  • COINVOLGIMENTO DEL PUBBLICO, che viene misurato attraverso l’engagement rate, la quale è un’importante metrica da considerare perché se i followers non interagiscono è come non averne affatto;
  • COPERTURA DEI CONTENUTI studiando l’algoritmo del social e le preferenze dei follower per migliorare la visibilità dei propri contenuti;
  • COINVOLGIMENTO PER OGNI TIPO DI CONTENUTO creando dei prodotti con il formato corretto, pubblicati al momento opportuno e con la frequenza adeguata, per ottenere risultati migliori;
  • CONVERSIONI E TRAFFICO DA REFERRAL utilizzando i social è una fonte di traffico utile per tutti i siti web e per gli e-commerce;
  • GESTIONE DI RECENSIONI E COMMENTI NEGATIVI sui social media è fondamentale per preservare l’immagine aziendale.

È una buona pratica misurare quotidianamente i risultati in modo da avere un’idea precisa dell’efficacia della strategia di marketing. Questi dati dovrebbero essere allineati agli obiettivi generali di marketing stabiliti all’inizio del processo per valutare se sia necessario apportare modifiche al tipo di messaggio, al pubblico di riferimenti o al tipo di contenuto proposto.

Che cosa fa un social media manager: i vantaggi per le aziende

Il ruolo del Social Media Manager implica essere il comunicatore del messaggio aziendale sulle piattaforme web, ed avere un contatto diretto con i clienti e partecipare alle decisioni di marketing e vendita fin dall’inizio, in una prospettiva di RevOps.

In un’epoca in cui i consumatori sono costantemente connessi ed utilizzano principalmente dispositivi mobili, una forte presenza digitale ed una reputazione positiva sui Social Media sono diventati cruciali.

Avere figure specializzate in marketing digitale all’interno del team aziendale offre numerosi vantaggi come una consolidata conoscenza del marchio, un legame con il prodotto o il servizio offerto, ed un’immersione nelle dinamiche, nel linguaggio e nei valori dell’azienda.

È sempre consigliabile rivolgersi ad un’agenzia di Social Media Marketing o ad un freelance che sia specializzato in Web Marketing, fornendo nozioni ed informazioni approfondite sulla realtà aziendale, soprattutto se molto settoriali e di nicchia.

Le aziende delegano la gestione dei social media ai social media manager per far fronte ai cambiamenti degli algoritmi ed alla necessità di creatività e dedizione. I social media manager possono fornire le competenze necessarie per l’espansione online delle organizzazioni.

Le aziende affidano la gestione dei social media ai social media manager per seguire i cambiamenti degli algoritmi, e migliorare la creatività. I social media manager hanno le competenze necessarie per ampliare il mercato online delle aziende.

Questa figura può misurare le prestazioni semplificando il monitoraggio del marchio. Inoltre, offrono panorami sui KPI più importanti per i social media, tra cui:

  • COINVOLGIMENTO DEL PUBBLICO;
  • CRESCITA DEL PUBBLICO;
  • COPERTURA DEL MARCHIO;
  • MARKETING BASATO SU FEEDBACK E PASSAPAROLA;
  • LEAD/TRAFFICO;
  • QUALITÀ E PERCENTUALE DI RISPOSTA;
  • TASSI DI CONVERSIONE.

Con un social media manager e gli strumenti giusti, ogni tipologia di azienda può distinguersi dalla concorrenza.

La velocità e la frenesia nel cambiamento che caratterizza i social network, richiede spesso delle strategie a breve termine. Molte aziende rivedono il proprio piano marketing ogni 90 giorni per adeguarsi ai rapidi cambiamenti delle piattaforme.

In aggiunta alla creazione di strategie, l’operato dei social media manager include:

  • ORGANIZZAZIONE DELLA COMUNICAZIONE SUI SOCIAL: per stabilire la frequenza di pubblicazione dei post su ogni canale social, e per gestire le risposte dell’azienda;
  • SUPPORTO ALLO SVILUPPO DELL’IDENTITÀ DEL BRAND: per mettere in risalto gli aspetti dell’organizzazione che spiccano rispetto ai competitor;
  • CONTRIBUZIONE ALLA STRATEGIA PER L’IMMAGINE VISIVA: per assicurarsi che le immagini utilizzate siano coerenti con il brand;
  • SUPPORTO ALLE STRATEGIE PROMOZIONALI: per offrire dei dati importanti relativi alle advertising, al traffico organico ed all’influencer marketing;
  • SVILUPPO DELLA STRATEGIA PER IL COINVOLGIMENTO: per interagire con l’audience su tutti i canali, migliorare le relazioni con i clienti ed aumentare le vendite;
  • CREAZIONE DI UNA STRATEGIA PER LA CONVERSIONE: in modo da comprendere le difficoltà che si presentano ai follower, semplificandole per aumentare la probabilità di conversione.

I social media manager conoscono la community di un brand e trasmettono le sue caratteristiche in modo positivo. Creano contenuti, interagiscono con i consumatori e coinvolgono i lead.

I bravi social media manager tengono d’occhio le ultime tendenze sui canali social, adattando la loro strategia per rispecchiare gli obiettivi del marchio e tenendo conto dei cambiamenti degli algoritmi.

I social media managerhanno le conoscenze giuste per saper monitorare le conversazioni dei brand utilizzando gli strumenti per l’ascolto sui social, e per sviluppare le strategie per la creazione dei contenuti, incluso l’analisi competitiva. Conoscere meglio i clienti aiuta a creare dei messaggi più efficaci per la conversione.

Che cosa fa un social media manager: il master annuale in Web & Social Media Marketing Infobasic

Per diventare un Social Media Manager è fondamentale formarsi su ogni aspetto del marketing online e fare esperienza sul campo, per acquisire i meccanismi e gli strumenti utili per delineare una strategia online completa.

È possibile iniziare con dei corsi che uniscono la parte teorica a quella pratica, seguendo gli eventi di settore e restando sempre aggiornati sulle novità, poiché il settore digital è in continua evoluzione.

Il MASTER ANNUALE IN WEB & SOCIAL MEDIA MARKETING di Infobasic ha come obiettivo quello di formare una figura professionale specializzata nella progettazione e nella pianificazione delle attività di marketing per i media digitali.

Il corso approfondisce i modelli di comunicazione più recenti ed i linguaggi utilizzati nei canali quali Internet, motori di ricerca, mobile, web 2.0 e social network.

Il corso di 460 ore è per il 90% pratico e garantisce uno stage di 120 ore in una delle aziende convenzionate con l’istituto Infobasic, per un’esperienza formativa più completa, e per permettere allo studente di lavorare su progetti veri e mettere in pratica le conoscenze acquisite durante la fase di formazione.

A causa dell’uso massivo di internet, dei nuovi media, dei social network e dei dispositivi mobili, tutte le professioni devono integrarsi con una nuova componente digitale. Il marketing è un settore che ha portato i più netti cambiamenti nella comunicazione.

La figura del Web Marketer è una delle più richieste attualmente sul mercato del lavoro, perché possiede le competenze giuste per tradurre in nuove opportunità di lavoro le logiche comunicative, attraverso l’uso sapiente dei social media, delle applicazioni mobile e di tutte le piattaforme online di comunicazione e di marketing digitale.

Durante il corso annuale verranno affrontati i seguenti argomenti:

  • Digital Strategy;
  • Inbound marketing & lead generation;
  • SEO;
  • Blogging & SEO copywriting;
  • SEM & display advertising;
  • E-mail marketing;
  • Web analytics base;
  • Facebook community marketing;
  • Facebook advertising;
  • Instagram & influencer marketing;
  • Content marketing & blogging;

Al termine del master è possibile conseguire anche la certificazione Google Ads.

L’istituto di Alta Formazione Infobasic da oltre 20 anni è specializzato nella formazione di figure professionali, attraverso corsi e master che uniscono sia la teoria, sia la pratica seguendo la linea del Learning By Doing, la quale dimostra l’importanza di mettere alla prova subito le conoscenze teoriche acquisite direttamente nel mondo del lavoro.

Se hai bisogno di informazioni più dettagliate per sapere che cosa fa un social media manager, ed avere maggiori dettagli sul nostro MASTER ANNUALE IN WEB & SOCIAL MEDIA MARKETING, puoi contattarci per avere tutte le informazioni che necessiti chiamando allo 085 4549018 o scrivendo un’e-mail ad info@infobasic.it, ti aspettiamo!

Subscribe To Our Newsletter

Get updates and learn from the best

Altri articoli

sviluppatore software cosa fa
InfoBlog

Sviluppatore Software: cosa fa

Lo Sviluppatore Software o Software Developer è quella figura che si occupa della creazione di varie tipologie di software, in base alle esigenze dell’azienda nella

Do You Want To Boost Your Business?

drop us a line and keep in touch