fbpx
come creare un'infografica efficace

Come creare un’infografica davvero efficace: tool, consigli, tutorial

Tutti sanno creare infografiche. Ma sai come creare un’infografica davvero efficace? Questo contenuto visual è molto potente, tanto da poter diventare potenzialmente virale: chi lavora come social media manager sa che può rappresentare uno strumento utile da inserire nella strategia di content marketing. Tuttavia, se realizzata senza considerare gli obiettivi aziendali e le esigenze dell’audience, l’infografica può diventare un vero boomerang e trasformarsi in un insuccesso. E le infografiche gratis? Se non conosci i giusti tool, il rischio è realizzare un contenuto graficamente scadente che non può essere pubblicato.

Ecco perché è cruciale conoscere questo strumento, pianificarlo e lavorare con metodo. Insomma, la vera sfida non è soltanto abbinare i colori. Per realizzare grafiche di successo, devi focalizzare l’attenzione su diversi aspetti.

Pronto per sapere come creare un’infografica davvero efficace? Cominciamo!

Cos’è un’infografica

infografica e social network

Sei qui perché vuoi sapere come realizzare un’infografica, ma prima chiariamo subito di cosa si tratta.

Infografica è un neologismo composto dai termini inglesi information e graphic: è l’informazione schematizzata in forma grafica ed è una tecnica che, al contrario di come potresti pensare, ha origini antiche. Tra le infografiche, infatti, si possono annoverare mappe, diagrammi di flusso, istogrammi e grafici di vario genere.

Il compito dell’infografica è semplificare un’informazione, veicolandola e comunicandola in maniera più rapida e immediata. Di fronte a un’infografica, l’utente memorizza i contenuti e li comprende più facilmente grazie alla loro forma visuale. Il cervello umano, infatti, processa molto più velocemente un’immagine, grazie alla memoria visiva. Numeri e dati saranno presenti sotto forma di simboli e disegni, con un risultato finale chiaro e accattivante. Forse è per questo motivo che tutti amano le infografiche.

Ne fanno largo uso le aziende e i liberi professionisti per illustrare concetti complessi sul blog. E sui social sono sempre più diffuse, a partire da Pinterest, fino a LinkedIn e Facebook.

Ma sei proprio convito di dover creare un’infografica?

Perché realizzare un’infografica da pubblicare online

Le infografiche rappresentano, senza dubbio, uno strumento molto utile per la comunicazione aziendale. Tanti sono i vantaggi:

  • le infografiche sono facilmente condivisibili dagli utenti
  • sono memorabili e restano impresse nella mente
  • offrono maggiore coinvolgimento grazie alla sintesi delle informazioni e grazie ai colori e incuriosiscono i lettori

Tuttavia, prima di metterti al lavoro e realizzare la tua infografica, devi chiarirti le idee. Intendi crearla perché i competitor la utilizzano come strumento di marketing? Se è così, la tua valutazione è sbagliata. L’infografica è uno strumento potente ma solo se pianificato e inserito in una strategia consolidata. È importante valutare a cosa servirà l’infografica e quale obiettivo ti consentirà di raggiungere.

Qualche esempio? L’infografica per social network potrebbe essere finalizzata ad aumentare il numero delle condivisioni e a creare engagement e commenti intorno a un argomento. L’infografica per il blog aziendale, invece, potrebbe essere utile per la strategia di link building. In ogni caso, il presupposto da considerare è sempre lo stesso: pianificare, pianificare e pianificare.

Infografica efficace: il metodo

infografica online per social e blog aziendale

Prima di lanciarti nella creazione di un’infografica, segui questi semplici step:

  1. definizione del pubblico di riferimento: a chi è rivolta l’infografica?
  2. Descrizione dell’obiettivo da raggiungere;
  3. focus sul veicolo di comunicazione: l’infografica è da destinare ai social network, al blog oppure a una campagna di mail marketing?
  4. Inserimento dell’infografica nel calendario editoriale per stabilire orario e giorno di pubblicazione;
  5. progettazione del contenuto dell’infografica: raccogli informazioni, attingi i tuoi dati da fonti attendibili e organizza con ordine le informazioni. Ricorda che un’infografica troppo articolata e densa di concetti difficilmente verrà consultata. Il significato dell’infografica deve essere colto in una manciata di secondi;
  6. Creazione dell’infografica con un tool professionale.

In definitiva, la creazione dell’infografica deve passare attraverso ciascuna fase operativa. A questo punto, possiamo parlare della realizzazione grafica.

Come creare infografiche efficaci: tool e consigli

Per creare infografiche efficaci, hai due opzioni:

  1. affidarti a Photoshop;
  2. scegliere uno dei tool gratuiti online.

Protoshop è un software di grafica professionale che, in mano a un graphic designer può rappresentare un ottimo strumento per creare infografiche degne di questo nome. Ma se il budget non lo consente, dovrai optare per uno dei tool gratuiti online. Te ne segnaliamo un paio:

  • Piktochart è gratuito e ti consentirà la creazione facile e veloce dell’infografica a partire da un template da personalizzare a piacere. Perché dovresti usare questo tool online? Semplice: le infografiche create con Piktochart sono SEO oriented, quindi i contenuti inseriti verranno letti anche dal motore di ricerca e trovati dagli utenti.
  • Infogram è altro tool gratuito e molto intuitivo da usare. Il tool mette a disposizione una serie di template da personalizzare a seconda dello stile che intendi dare all’infografica. È inoltre possibile aggiungere icone, simboli, foto e illustrazioni.

Dopo aver scelto la piattaforma per realizzare l’infografica, potrai metterti al lavoro.

Fai attenzione a raggruppare in maniera ordinata le informazioni da inserire: sarebbe consigliabile creare dei gruppi tematici ben distinti.

E le immagini per l’infografica? Evita di inserirne troppe, perché distolgono l’attenzione e rendono meno immediata la comprensione del contenuto. Seleziona le immagini più importanti, che portino senso, ma soprattutto di qualità.

A livello di contenuto, l’infografica efficace non riporta semplicemente i dati, ma racconta una storia, concentrati sul titolo, il primo elemento al quale l’utente farà caso e rendilo persuasivo.

Ricorda di riportare sempre le fonti dalle quali hai estrapolato i dati, anche per una questione di correttezza. Dove trovare dati utili per creare infografiche? Il portale Pewresearch è una vera miniera di informazioni.

Una piccola chicca per te: oltre alle infografiche, puoi creare le gifografiche, le infografiche animate. Sono ancora più coinvolgenti e attirano l’attenzione perché contengono Gif, quindi sono dinamiche. Ecco un elemento che potrebbe differenziare l’azienda dalla concorrenza e che potresti considerare per realizzare contenuti efficaci, budget permettendo.

Infografica online, dal blog ai social network

Dopo aver creato la tua infografica, se destinata al blog aziendale, dovrai creare un post, strutturando il contenuto in maniera tale da approfondire l’argomento trattato nell’infografica e da fornire ulteriori spunti di riflessione.

Per rendere virale l’infografica, condividila sui social. Se l’azienda ha una gallery Pinterest, questo canale è uno dei migliori. È consigliabile ottimizzare il pin con un titolo, una descrizione SEO oriented e una call to action e il link che punta al post blog.

Infografica efficace: che ne pensi?

Se sei arrivato fino a qui, hai scoperto come creare un’infografica efficace e hai compreso che questo tipo di contenuto può fare la differenza, ma va progettato e pianificato, non si può improvvisare. Questo è il lavoro del Social Media Manager, il professionista che conosce le strategie di content marketing e non solo.

Come diventare Social Media Manager? Scrivici sulla nostra pagina Facebook per saperne di più.