fbpx
Come velocizzare un stio web in Wordpress

Come velocizzare un sito web in WordPress. La guida per web designer

Velocizzare un sito web in WordPress è uno dei tanti obiettivi di chi vuole diventare web designer, tuttavia, soprattutto all’inizio del proprio percorso di studi, è possibile sentirsi spaesati di fronte al CMS Worpress, che è facile da gestire, ma non sempre offre ottime performance riguardo al caricamento. Questo può succedere a causa di molteplici fattori, che non sempre dipendono dalla piattaforma. Eppure, esistono pochi semplici accorgimenti da applicare per realizzare un sito web veloce nel caricamento.

Curioso di saperne di più? Continua con la lettura!

5 trucchi per velocizzare un sito web in Wordpress

come migliorare le performance di un sito

La velocità di caricamento di un sito si riferisce al tempo in cui le pagine web vengono caricate dall’hosting che le ospita e poi visualizzate sul browser dell’utente.

In senso pratico, quando un utente inserisce l’URL di un sito sul proprio browser, viene inviata una richiesta al server. Quest’ultimo la rimanda al client o browser, che organizza i file, restituendoli sotto forma di sito web.

Perché rendere veloce un sito è così importante?

La risposta è semplice: nel mondo in cui viviamo, non siamo abituati ad attendere. Google stesso ci fornisce le sue risposte in tempo reale. Se un sito web richiede molto tempo per essere visualizzato, l’utente potrebbe tornare indietro e trovare proprio il sito di un competitor. Insomma, le prestazioni di un sito influenzano profondamente il comportamento dei visitatori e rappresentano un fattore di ranking. Un sito web che si carica velocemente:

  • migliora l’esperienza di chi naviga;
  • fa diminuire il tasso di abbandono del sito;
  • migliora il posizionamento a livello di SEO, ovvero a livello di ricerca organica sul motore di ricerca;
  • fa aumentare le vendite.

È come un effetto domino positivo sul sito. Tuttavia, quando realizzi un sito web con il CMS WordPress a livello estetico otterrai un risultato finale molto curato, ma proprio per questo motivo, potrebbe essere sovraccarico di informazioni e potrebbe richiedere più tempo per essere visualizzato dall’utente.

Ecco perché devi correre ai ripari e ottimizzare il sito che hai creato. Come fare? Ecco 5 consigli per te.

1. Scegliere l’hosting giusto per rendere il sito web più veloce

Il punto di partenza per velocizzare un sito web è proprio la scelta del provider di web hosting. Se il server di hosting è lento, anche i tempi di caricamento ne risentiranno.

Come scegliere il miglior provider di hosting? È semplice: nella scelta dovrai farti guidare dall’istinto e dalle recensioni di altri utenti. Infine, valuta la qualità dei servizi offerti.

Ad esempio, esistono hosting che offrono servizi specifici per WordPress. Anche se può rappresentare la soluzione più cara, di sicuro il sito web ne gioverà e le prestazioni saranno migliori. Parlane con il cliente e fagli capire che si tratta di un piccolo investimento per il futuro: di sicuro ti ringrazierà.

2. Ottimizza le immagini del sito web

Tra gli elementi più sottovalutati di un sito web ci sono proprio le immagini, che rendono il sito piacevole da vedere e accattivante e riescono a coinvolgere l’utente, ma rappresentano anche l’elemento più insidioso. Sai perché? Perché se dimentichi di ottimizzarle prima di caricarle, avranno un impatto negativo sulla velocità di caricamento del sito web.

Quali sono i passaggi per ottimizzare le immagini per il web?

  1. Carica l’immagine su Photoshop;
  2. regola la qualità dell’immagine, cercando di non superare mai i 100 Kbyte;
  3. attribuisci un nome pertinente all’immagine;
  4. salvala in un formato adatto per web e dispositivi, ovvero in JPEG oppure in PNG.

Con questi semplici passaggi, caricherai su WordPress immagini di qualità media che non incideranno sulla velocità di caricamento. Ma c’è un altro piccolo accorgimento che puoi attuare.

3.Plugin di WordPress per velocizzare il sito

I plugin sono applicazioni che moltiplicano le funzionalità del sito web, senza dover ricorrere a un programmatore. Devi fare molta attenzione quando decidi di aggiungere un componente al sito web sul quale stai lavorando: il rischio è che si verifichino problemi di incompatibilità. Inoltre, devi sapere che più plugin installerai, più il sito sarà lento nel caricamento, quindi, a meno che non sia strettamente necessario, non installare plugin superflui.

Tra i plugin che aiuteranno a rendere il sito più rapido nel caricamento, ci sono WP Optimize e W3 Total Cache.

WP Smush.it è, invece, il plugin per l’ottimizzazione delle immagini: basterà installarlo e nella sua versione gratuita comprimerà le immagini fino a 1 MB di dimensione.

4.Crea un design pulito per la home del sito

Sai bene quanto sia importante la home page di un sito web: è la pagina principale e rappresenta il biglietto da visita con il quale l’azienda si presenta agli utenti. Ecco perché dovrai curarla nel dettaglio.

Preferisci un design minimal e pulito, senza troppi fronzoli e senza troppe distrazioni, che potrebbero infastidire chi naviga e influire sul caricamento in maniera negativa.

5. Dai un occhio ai file CSS e JS

Infine, un consiglio più tecnico: minimizzare i file CSS e JS implica maggiore velocità di caricamento, perché riduce le dimensioni dei file. Come funziona questo processo? Più file verranno combinati in un file unico, quindi il server dovrà richiamarli in una sola area. E ciò velocizzerà il sito.

Questi sono solo alcuni consigli per velocizzare un sito web: se cerchi un corso completo sull’argomento, sono aperte le iscrizioni per il corso triennale Web e multimedia design: 2 anni di formazione di base con lezioni teoriche e pratiche e 1 anno di specializzazione in web design con stage in azienda ed esame in sede, per ricevere una qualifica professionale valida in Unione Europea.

Per ricevere ulteriori informazioni, compila il form, oppure scrivici su Facebook.

web design

Open chat
1
Possiamo aiutarti?
Powered by