fbpx
Quali sono i migliori software per interior design?

Interior design: i migliori programmi per l’arredamento di interni

Quanti software per l’interior design esistono? Tanti, forse troppi. Dai programmi free che offrono buone performance e che possono essere usati anche da chi non è del mestiere, fino ai software professionali per l’arredo di interni, più complessi ed elaborati, a pagamento.

Programmi interior design quale scegliere

Di fronte a questa vasta scelta di opzioni, ti senti disorientato, vero? È del tutto normale, soprattutto se stai studiando per diventare interior designer oppure se hai intenzione di iniziare un percorso formativo nel settore e vuoi conoscere un po’ questi software che a breve diventeranno il tuo pane quotidiano.

Ecco perchè dovresti leggere questo post: troverai i nostri consigli sui migliori software per interior design, come sceglierli e a cosa servono. Ma prima, facciamo chiarezza sul lavoro dell’arredatore di interni.

Interior designer o arredatore di interni: chi è e come diventarlo

Interior designer: chi è e come diventarlo

L’interior designer è colui che progetta gli spazi abitativi e lavorativi, occupandosi dell’arredamento, dell’illuminazione, dei colori e dei materiali. Gusto, stile, curiosità e aggiornamento continuo rappresentano le doti principali di questo professionista. Il suo obiettivo è, in primis, quello di creare un ambiente piacevole e armonioso per le persone che abiteranno lo spazio da arredare. Ecco perché è sbagliato pensare che l’interior designer sia solo un arredatore. Chi sceglie questo lavoro, deve essere in grado di creare ambienti unici, grazie alle sue competenze riguardo ai materiali da impiegare.

È possibile diventare interior designer senza laurea? Sì. Anche perché non esiste una laurea specifica. Ma è importante ricevere una preparazione accurata e professionale, quindi, se fossi orientato verso questo percorso di studi, è consigliabile scegliere accuratamente la scuola di formazione. Evita i corsi online o i mini corsi che promettono di ottenere un semplice attestato. Rivolgiti esclusivamente a enti di formazione o istituti privati, ma diffida di strutture che non rilasciano una qualifica professionale convalidata dalla tua Regione di appartenenza. È importante anche visitare la struttura e gli spazi didattici e conoscere il direttore e i docenti. Di solito le scuole di formazione organizzano open day durante l’anno: queste sono occasioni imperdibili per renderti conto di persona del posto nel quale andrai a studiare.

L’Istituto Infobasic, ad esempio, ha un’offerta formativa molteplice nel settore dell’interior design:

In entrambi i casi, è previsto l’esame in sede e il rilascio della qualifica professionale riconosciuta dal Ministero del Lavoro e valida in Italia, nei Paesi UE e per i concorsi pubblici.

Per ricevere informazioni dettagliate, puoi compilare il form apposito.

Durante il percorso di studi, tanti saranno i software che imparerai ad usare per progettare come designer d’interni.

Software interior design: i migliori

Programmi per progettazione d'interni

Progettare e arredare un ambiente è una vera arte e, proprio per questo motivo, necessita di uno specifico supporto tecnico che solo i software professionali possono offrire.

Per avvicinarti al settore, potresti sperimentare alcuni programmi, in modo tale da capire se questo è davvero il percorso di studi che fa per te.

A questo punto, siamo pronti a svelarti la nostra selezione dei migliori programmi di interior design.

1.ArredoCad

Uno dei software più conosciuti nel settore è ArredoCad. Perché dovresti conoscerlo e saperlo usare? Semplicemente perché si tratta di uno strumento completo e sempre aggiornato per chi lavora nell’interior design: molto efficiente soprattutto quando devi realizzare rendering, ArredoCad offre realizzazioni grafiche in 3D realistiche e di alta qualità, visualizzabili da qualunque dispositivo.

La prova gratuita di 30 giorni ti consentirà di capire se è il software che fa per te.

2.Progettare in 3D con SolidWorks

Con SolidWorks potrai realizzare progetti in 2D e 3D compatibili con AutoCad: sarà quindi semplice e veloce importare ed esportare grafiche. Il suo funzionamento è intuitivo e potrai costruire una varietà di formati tridimensionali senza grandi difficoltà.

3. Autodesk Revit

Di sicuro, uno dei software più completi per interior design è Autodesk Revit, una piattaforma BIM che rende possibile realizzare elementi tridimensionali, gestendoli in ogni fase, dall’ideazione fino alla costruzione e alla gestione del progetto.

Il risultato finale sarà molto fedele alla realtà. La presenza della quarta dimensione all’interno del prodotto rende utile questo software, perché permette di gestire le fasi temporali della realizzazione.

4.AutoCad

Tra i migliori programmi per interior design abbiamo inserito anche il più noto di tutti, AutoCad. Creato nel 1982 dalla società americana AutoDesk, questo software CAD di disegno tecnico è un mezzo per progettare la planimetria di una casa sia a livello bidimensionale sia a livello tridimensionale. In definitiva, è un ottimo strumento, soprattutto se hai la necessità di realizzare il tutto in tempi rapidi, ma con la sicurezza di un risultato finale preciso. Dopo aver progettato lo spazio con AutoCad, potrai passare dal teorico al pratico.

Puoi scaricare la versione gratuita, per provare le infinite potenzialità di questo programma.

5. DiaLux per la progettazione dell’illuminazione

L’ultimo software che vogliamo consigliarti è DiaLux, utilizzato per realizzare progetti di illuminotecnica professionali e per calcolare e visualizzare locali e spazi esterni.

Software progettazione interni

Questo elenco ti mostra i migliori programmi per progettare interni. Di sicuro, esistono tanti altri ottimi programmi, ma questa è la nostra lista dei migliori software per interior designer: il nostro consiglio è quello di provarli per capire qual è il tuo preferito.

Vuoi consigliarci altri programmi per interior design? Scrivili nei commenti.

Buona progettazione!